sabato, aprile 26, 2008

Testi: Notte sul mare (1994 )

...A volte capita di scrivere qualcosa... appunti su un foglietto che rimangono impressi nella memoria. Poi l'amicizia con alcuni musicisti che ti prendono sul serio... e quelle parole prendono vita... diventano canzoni. (Un grazie a Ivano Conti, l'ideatore dell' RDROCK PROJECT !! che ne ha scritto la musica)
Ero a militare... durante la traversata da Civitavecchia a Golfo Aranci (Sardegna) dove ci recavamo per un esercitazione... era notte... e il silenzio era rotto dal rumore della nave che solcava le onde....

... Notte sul Mare è nata così

(musica di Ivano Conti - testo di Daniele Bottoni)

Forse sai, è la prima volta che
guardo lontano e mi sento solo.
Sarà la luna, o le stelle,
oppure questo mare di notte ... che non conosco.

Sono lontano e questo lo so,
sono in viaggio e non vi posso vedere,
e poi oggi è sabato
e non vi posso chiamare.

Ma c'è questa luna,
il vento e il rumore
della nave che solca
e scomoda il mare.
Strada infinita,
infinito l'orizzonte,
le onde di un regno
che non posso abbracciare.


Il cielo nero sta cambiando intorno a me
la luce ora filtra e plasma i colori.
E le ultime stelle stanno ancora
a salutare ... prima di perdersi.

Sono lontano e poi non è facile,
gridano un mondo fatto di favole,
condito di gloria e discorsi inutili
che inchiodano l'aria.

Ma vedo una casa
e sento il suo cuore
non posso esser triste
tra poco esce il sole.
Strada infinita,
infinito l'orizzonte,
non vivo in un sogno,
lo posso raccontare.


Girerò gli occhi e svanirà.
E' un quadro di mare che scorderò.
Ma la natura prepara già
nuovi colori e paesaggi per stupirmi ancora.

Note: Nel settembre 1995 questa canzone fu presentata al concorso "L'accademia della canzone - Una voce per Sanremo", e l'arrangiamento fu realizzato da Simone Attanà e Ivano Conti.
La si può ascoltare Quì sul sito Rdrock.it

2 commenti:

A. ha detto...

Beh, che dire? complimenti!

Bomber web Blog ha detto...

Grazie!!!